Umidità di risalita, come risolvere definitivamente

30-12-2019   15:56:44   |   Romolo Maceroni

Umidità di risalita

L'umidità di risalita è il dramma di chi vive in vecchie abitazioni e non solo, è un problema comune in molti edifici anche di nuova generazione, se in fase di costruzione non si hanno avute le giuste precauzioni, ma scopriamo in questo articolo come si presenta, quali sono le cause, quali sono gli errori più comuni da evitare e sopratutto quali possono essere le soluzioni definitive al problema.

Cosa è l'umidità di risalita?

Normalmente chiamata anche umidità ascendente, questo tipo di problema viene fuori sui muri del nostro edificio o abitazione ogni qualvolta non vi sia stato un lavoro corretto di impermeabilizzazione in fase di realizzazione, in questi casi l'acqua sfruttando il fenomeno di capillarità risale lungo il muro trasportanto ed evidenziando i sali minerali presenti. Questo fenomeno crea delle fastidiosissime e orrende macchie nel muro che se trascurate posso contaminare anche le pareti adiacenti. Le zone maggiormente colpite sono seminterrati, vani a piano terra, cantine, garage ecc... in tutti i punti dove il muro viene a contatto con il terreno senza un'opportuno isolamento. A volte, in particolare nei piani superiori, è possibile notare un'umidità di risalita causata dalla rottura di un tubo idraulico.

Capire se è presente l'umidità di risalita

Per distinguere l'umidità di risalita da altre forme di umidità ci sono dei segnali che bisogna captare in fase di analisi del muro interessato. Innanzitutto bisogna analizzare la forma della macchia presente sul muro, questa la si può classificare come umidità di risalita se parte dal pavimento e man mano che va verso l'alto va ad affievolirsi avendo comunque un bordo ben definito e che in genere non supera il metro di altezza. Nel periodo estivo vi è fuoriuscita di sali e la macchia è sempre presente anche nella stagione più calda, questi sono tutti segnali che accertano la presenza di umidità di risalita.

Cosa fare in caso di accertata presenza di umidità di risalita?

La prima cosa da fare per capire quando è presente è cercare di capire quali possono essere le cause facendo un'attenta analisi dell'edificio dove è presente. Per farlo hai due soluzioni, o chiami un professionista munito di appositi strumenti, oppure ti affidi al fai da te, in quest'ultimo caso ti do qualche consiglio sugli strumenti giusti che dovresti procurarti e come utilizzarli. Tra i primi strumenti che voglio consigliarti e la Termocamera, questo utile strumento è ingrado di rilevare la temperatura di un elemento in modo più o meno preciso a seconda del modello scelto, il cuore dello strumento è il suo sensore, maggiore è la sua dimensione e maggiore sarà la sua capacità e precisione di lettura. Tramite questo strumento potrai fare un'attenta analisi dell'edificio scattando diverse foto in modo che potrai in tempo reale capire da dove viene l'umidità di risalita ed eventuali perdite di tubazioni, in questo modo hai l'opportunità di risolvere il problema alla radice, ti suggerisco qui di seguito alcuni prodotti che potrebbero fare al caso tuo:

• il primo prodotto che voglio suggerirti è lo smartphone CAT S61 o se vuoi una soluzione più economica ma altrettando valida il CAT S60 entrambi con i nuovissimi sensori termici con tecnologia FLIR Lepton, se vuoi unire l'utile a dilettevole questa potrebbe essere la soluzione giusta per te, difatti se hai intenzione di ricomprarti il cellulare puoi optare per questo prodotto, che racchiude una Termocamera Flir al suo interno, validissimo per uso obbistico, difatti combina l'uso della termocamera con la fotocamera del cellurare e tramite una tecnologia di fusione proprietaria aumeta la qualità delle immagini risultanti.

• un'altro prodotto che voglio suggerirti è FLIR TG 165, pratica leggera ed economica con meno di 400 Euro ti porti a casa una termocamera di tutto rispetto per uso amatoriale, senza spendere un'occhio della testa. Ovviamente non essendo un prodotto ultra professionale non puoi pretendere che faccia lo stesso lavoro di una termocamera da 5000 euro. Però se devi fare piccole manutenzioni sicuramente può essere decisamente utile. 

• Un'altra marca che voglio proporti e la Fluke, in particolare con il modello Fluke Ti300+ con questo modello si entra nella fascia professionale e si inizia a parlare di cifre importanti per l'acquisto che superano i 5000 Euro, prodotto ideale se hai pretese importanti.

 

Cosa è che danneggia il muro realmente

In realtà a danneggiare il muro non è la stessa acqua che risale, ma sono i sali che essa veicola e rilascia a ridosso della superficie della parete, questi sono i nitriti, i cloruri e i solfati a seconda del materiale utilizzato in fase di costruzione e dal terreno sottostante. A lungo andare questi si gonfiano creando nel migliore dei casi macchie sul muro e nel peggiore caduta di pezzi d'intonaco.

Quali sono gli interventi non risolutivi per l'umidità di risalita

La controparete - Uno degli interventi più utilizzati per risolvere l'umidità di risalita è di certo la realizzazione di una controparete, voglio comunicarti subito di abbandonare questo tipo d'intervento per diversi motivi. A mio avviso non solo non risolve il problema ma con il tempo può dar vita a fenomeni di muffe e cattivi odori tanto da rendere invivibile l'ambiente. Questa soluzione difatti riesce solo a nascondere il problema per un periodo di tempo relativamente breve senza risolverlo.

I pannelli isolanti - anche questo tipo di soluzione non risolve il problema ma semplicemente lo nasconde, in genere viene utilizzato polistirolo, sughero, legno, ecc... Con un risultato molto simile a quello della controparete, molto spesso adottando questo tipo di soluzione è facile vedere dopo qualche tempo l'umidità risalire oltre lo strato d'isolante.

Intonaco anti umidità - molti spacciano per soluzione definitiva l'utilizzo d'intonaco anti umidità, ma ti garantisco che anche questa soluzione è solo un pagliativo temporaneo che non risolve la soluzione alla radice, perchè l'effetto è più o meno lo stesso di quello ottenuto dai pannelli isolanti.

Quali sono invece gli interventi efficaci per l'umidità di risalita capillare

Dopo quello che ti ho scritto finora potresti aver perso le speranze su una possibile soluzione al problema, ma non ti abbattere sto per darti quattro suggerimenti importanti che ti aiuteranno a risolvere definitivamente il problema.

Sistemi anti Umidità - Come prima soluzione ti propongo i dispositivi anti umidità di risalita, questa tipologia di attrezzature sono molto onerose, però se accuratamente poste fanno il loro sporco lavoro, questi vanno applicati sulla parete direttamente interessata e lavorano per elettrosmosi o inversione di polarità tenendo bassa l'umidità. Questo sistema risulta molto efficace per bloccare l'umidità di risalita, attenzione però che c'è il rischio che la stessa si espandi sulla pavimentazione, causando danni anche più gravi, è per questo sempre opportuno eseguire preventivamente un'attenta analisi dell'edificio.

Barriera Chimica - Anche questo tipo di soluzione risolve il problema di risalita in modo definitivo se ben eseguita, questa consiste nell'eseguire una serie di fori abbastanza ravvicinati dove viene iniettata un'apposita sostanza chimica che va a creare una barriera impermeabilizzante. Questa è una valida alternativa al taglio muro, pratica un tempo molto in uso ma oggi divenuta illegale a causa dei continui sismi, evitando rischiosi crolli. Anche questa soluzione potrebbe causare il trasferimento dell'umidità sulle strutture adiacenti come il pavimento o altro.

Umidita di risalita meglio vespaio o guaina - Spesso il problema della risalita dei muri è dovuto al mancato isolamento dei marciapiedi esterni, per questo sarebbe buona norma rivestire la parte rivolta verso il muro con della guaina, la realizzazione di una sottopavimentazione a vespaio per quanto possa migliorare il trasferimento dell'umidità alla pavimentazione invece non risolve definitivamente il problema. L'umidità può comunque riuscire a risalire lungo i punti in cui il pavimento tovva con il vespaio stesso. Per scavare intorno al marciapiede che circonda l'edificio puoi agevolarti con l'utilizzo di un miniescavatore.

 

 

 

 


invia ad un amico
condividi
Giffi Noleggi srl P.Iva 01866180662 - Cap. Soc. € 1.000.000,00 Int. Versato - © 2020
Chiama
Scrivi