Loading...
Giffi Blog

"Come prendere il patentino per il muletto?" - GIFFI RISPONDE

18/11/2022

Il "patentino per muletto" è un attestato, rilasciato da un ente autorizzato secondo il D.Lgs.81/08 e l'accordo Stato Regione del 22/02/2012, che consente di guidare e manovrare il muletto e di conseguenza poter entrare nel mondo del lavoro dei carrellisti. (Più info qui: carrellista, cosa fa, quanto guadagna,... ) Per ottenere questo patentino c'è bisogno di frequentare con profitto un apposito corso da mulettista. Ma quindi come prendere il patentino per muletto? Nella guida di oggi vedremo insieme come sono strutturati questi corsi, dove farli, quanto durano, quanto costano e in cosa consiste il loro programma teorico e pratico con quiz e prova finale. Buona lettura!

abilitazione guida muletto - patentino uso muletto

Come si svolge il corso per il patentino muletto?

Il corso è diviso in una parte teorica ed una pratica dalla durata complessiva di 12 ore, 8 per la parte teorica, sostenibile anche online, e 4 di esercitazioni con il mezzo. Gli obblighi di legge impongono la presenza massima di 24 partecipanti per ogni docente nella fase della teoria e la presenza massima di 6 partecipanti per ogni istruttore per la guida di prova.

 

La ratio legis (spirito della legge) che c'è alla base vuole assicurarsi che ogni partecipante possa effettivamente fare pratica con il muletto per un tempo minimo, sufficiente a renderlo autonomo e adeguatamente formato. Purtroppo, questo non sempre accade e se si ha qualche amico o conoscente nel settore basta chiedere loro conferma di quanto appena detto per rendersi conto della scarsa serietà che c'è in giro.

 

PER TE: se stai pensando di iscriverti a un corso, ti consigliamo di farlo con noi anche in virtù di ciò che abbiamo appena detto. Non farti prendere in giro, i corsi per patentini muletto di GIFFI FORMAZIONE mettono tutti nella condizione di dare il meglio, di imparare e di trovare lavoro come professionisti non improvvisati.)

 

Di cosa si parla nella teoria?

La parte teorica è divisa in 2 moduli, un modulo giuridico-normativo di 1 ora e un modulo tecnico di 7 ore. Nel primo l'istruttore darà cenni generali in materia di sicurezza sul lavoro in riferimento al disegno di legge n 81 del 2008. Nel secondo, invece, vengono illustrati vari aspetti:

 

- Le diverse tipologie di mezzi e attrezzature per il trasporto merci, dai transpallet fino ai carrelli elevatori più grandi

- I rischi legati all'uso dei muletti, come caduta del carico, ribaltamento, investimenti di personale a piedi, scontri con parti strutturali o altri carrelli, e rischi provenienti dalle forme di energia del mezzo.

- (qui sembrerà di essere tornati a scuola!) Nozioni basilari di fisica utili alla comprensione della stabilità statica e dinamica, linee di ribaltamento e portata del muletto. P.S. Particolarmente importante è lo studio delle condizioni di equilibrio e dei diagrammi della portata nominale.

- Terminologie, funzioni e principi dei componenti principali del muletto, dalle ruote fino ai freni passando per le fonti di energia e i montanti di sollevamento e le batterie.

- Dispositivi di comando e protezione attiva e passiva, controlli e manutenzione del mezzo.

- Le modalità di utilizzo in sicurezza, segnaletica all'interno dell'area di lavoro, sicurezza alla guida, procedure di sicurezza a bordo del mezzo, norme sulla circolazione e movimentazione dei carichi.

 

Dopo la teoria si svolgerà un quiz sugli argomenti del corso, composto da 35 domande a risposta multipla, che sarà considerato come superato con almeno 24 risposte giuste (il 70%). 


Cosa si fa nella pratica?

Vengono mostrati agli studenti i vari componenti del muletto, i dispositivi di sicurezza e come eseguire le verifiche giornaliere e periodiche. Gli aspiranti mulettisti, uno alla volta, vengono poi guidati dall'istruttore in una serie di manovre di base, a vuoto e a carico, come corretta posizione sul carrello, presa del carico, trasporto nelle varie situazioni, sosta del carrello,  prima di dover percorrere un percorso in autonomia (test finale). ("come si guida un muletto?").

 

Quando si ottiene il patentino?

Il superamento del modulo teorico e di quello pratico, unito ad almeno il 90% di frequenza delle ore del corso, garantisce quindi il rilascio dell'attestato di abilitazione alla guida dei carrelli elevatori.

come prendere patentino per muletto - esame pratico finale

Quanto dura l'attestato da carrellista?

5 anni. Al termine dei quali è possibile rinnovare il proprio patentino per altrettanti anni partecipando ad un corso di aggiornamento della durata di solo 4 ore.

 

Dove fare il patentino del muletto?

In tutta Italia è possibile partecipare a corsi organizzati dai vari enti preposti. GIFFI FORMAZIONE, in particolar modo, offre un servizio sempre aggiornato e su larga scala da Nord a Sud. Puoi contattarci in ogni momento, per mail o per cell, e richiedere informazioni riguardo i prossimi corsi in partenza nella tua zona.

 

Quanto costa il patentino per muletto?

Non c'è una risposta esatta a questa domanda perché le varie "scuole-muletto" possono offrire servizi differenti e anche il fattore geografico, solo per citarne uno, può avere un peso sul costo complessivo. Ad ogni modo, sicuramente sono previste scontistiche nel caso dei datori di lavori che decidono di formare i propri dipendenti ed iscriverli in gran numero ad un corso per la patente per carrello elevatore. 


Grazie per essere arrivato fin qui, buona giornata!

Giffi Noleggi srl - P.iva 01866180662
Cap. Soc. € 1.000.000,00 Int. Versato - © 2020